La cacca 4

Sulle ali dell’entusiasmo dopo la partita dell’Italia con l’Olanda proponiamo qui di seguito l’ormai prolungato sequel della serie “LA CACCA”.

Forzuta
Dopo un pomeriggio passato in palestra, fra i mille sollevamenti e contrazioni, ecco che si presenta lei, la pura materializzazione dello sforzo fisico. Si presenta compatta come poche, scivola via dolcemente e lascia una buona soddisfazione. Voto: 7-

Scottex
E’ una lontana parente della “asciutta”, ma questa ha una peculiare caratteristica. Dopo averla espulsa ci si può soffiare il naso nella carta igienica usata per pulire l’ano. Non lascia residui di nessun genere, semmai il rammarico per aver usato mezzo chilo di carta inutilmente. Voto: 6

Riproduttiva
Una delle più temute dagli artisti della defecazione, si presenta dopo aver mangiato in abbondanza dolciumi e robe varie. Esce dopo un po’ di sforzo e soprattutto brucia durante l’espulsione. Una volta uscita, il fondo del vostro cesso si presenta unto e bisunto ma la cosa più grave è la pulizia del residuo. Dopo le prime 10 passate di carta igienica sembra tutto risolto ma poi, TAC!, e se ne ripresenta una nuova striscia densa che vi fa urlare “e questa da dove ca**o esce?!?” . Odore compatto, fastidioso. Voto: 4

Permanente
Produzione propria del sesso femminile (ma anche noi maschi non scherziamo). È la cacca più temuta se aspettate ospiti a casa. Cercate di farla circa 3 ore prima del loro arrivo ma è tutto inutile: il suo fetore rimane, permane e resiste per circa un giorno all’interno del vostro bagno, facendo dileguare tutti coloro che vogliono utilizzare la toilette anche per guardarsi 5 secondi allo specchio. Se si cerca di trattenere il respiro, inspiegabilmente riuscite a sentirne l’aroma che comunque vi entra nel cervello rischiando l’embolia. Pericolosa. Voto: 8- -

Splash!
La più pesante delle merde, non perdona chi non deposita almeno 6 rotoli di carta igienica aperti sul fondo del water. Se si dimentica questa indispensabile operazione, il risultato sarà che al momento in cui la espellete e pensate di aver fatto un’opera d’arte, lei TAAAAAAC e vi fa schizzare tutta l’acqua del cesso sul culo, bagnandovi le chiappe (e anche la spalla) con un’acqua densa e sporca, naturalmente di merda. Attenti. Voto: 6+

Bomba
Il problema di avere ospiti a casa non è tanto quello non poter fare rutti o mettere le dita nel naso, bensì LEI: la bomba! Vi dà i primi sintomi negli attimi di silenzio quando nella stanza si sentono suoni strani provenienti da alcuni lati dello stomaco succeduti dalla seguente domanda: “cosa è stato?” e dalla relativa risposta: “…viene da fuori”.
Una volta capito di non poter far altro che provare a farla in silenzio, vi mettete sulla tavoletta cercando di non destare il minimo sospetto, vi sforzate leggermente e il risultato è questo: BOOOOOOOOOOOOOOOM! Una volta fatta la frittata vi chinate per vedere lo scempio nel cesso, che effettivamente è pieno di puntini di merda marroncina che avvolge per tutto il perimetro la tavoletta. Problematico il ritorno dagli ospiti. Esplosiva. Voto: 8+

Campagnola
È la preferita degli escursionisti o di chi si avventura nei boschi o nelle macchie mediterranee alla ricerca di qualcosa di buono della natura. Non avvisa, né presenta sintomi, ma attacca all’improvviso dando la sensazione di avere un buco nello stomaco causato dalla soda caustica. Vi fa piegare in due dal dolore e a volte sentite di non riuscire più a respirare.
Difficile, troppo difficile da trattenere, avvisate il resto del gruppo che “vi fermate un attimo a sentire il suono del vento” chinandovi dietro una frasca.
Una volta lì vi guardate intorno col culo scoperto, e vi sentite un po ADAMO ed EVA, o TARZAN, o più semplicemente uno che sta cagando in campagna. Esce come liquirizia e presenta un odore fortissimo e acre. Presenta svariati colori, dal verde scuro al marrone-giallo. Qualcuno giura di averla vista anche viola. Genuina. Voto: 8

Spigolosa
Fa malissimo. Vi accorgete che si tratta di lei troppo tardi per tornare indietro o quasi. I più esperti capiscono che è la temutissima spigolosa e riescono a farla risalire nel retto evitando il momentaneo dolore. Alcuni si rifiutano di espellerla perché fa troppo male, è secca e non scivola. Sentite quasi che stia scendendo in orizzontale che in verticale, e provate a ritirarvi. Dopo alcuni minuti prendete coraggio e ci provate, chiudendo gli occhi e contraendo tutti i muscoli della faccia, facendo riempire gli occhi di sangue. E' in quel momento che capite quanto possa essere difficile fare un figlio. Distruttiva. Voto: 7+

Tensione
Brutta bestia per chi soffre di "tensione acuta da concorso". Ha il suo apice 10 minuti prima di un qualsiasi esame facendo irrigidire tutti i muscoli del corpo (e del culo) per trattenerla. I primi sintomi cominciano la sera prima dell'esame, e dà la voce allo stomaco che sembra stia parlando per davvero. Nella maggior parte dei casi non viene espulsa e scompare alla fine dell'esame. Alcuni esperti ritengono che sia sempre la stessa e che accompagna la vita di un uomo per anni e anni fino a quando non si va in pensione. Incancellabile. Voto: 8+

Ferragosto
Non ha bisogno di presentazioni. Compare nell'acqua nella notte del 15 agosto espulsa da qualche bastardone che poco prima del grande bagno notturno ha pensato bene di battezzare le acque concedendo a tutti il regalino della serata. Non si hanno ulteriori informazioni a riguardo. E' in piccoli pezzi galleggianti. Voto: 2

Cascata
Se siete ammalati o avete mangiato qualche cagata qua e la, lei arriva e non perdona mai. Persiste per diversi giorni ed è un tipo di merda che indica lo stato di salute del cagatore. Esce a spruzzo dal retto inondando il water colorandolo di un giallo scuro che vi fa rimpiangere la sopraccitata "Spigolosa". All'atto dell'asciugatura incominciano i problemi. Provate a pulirvi con 14 strati di carta igienica ma il risultato è sempre lo stesso: penetra attraverso i forellini della carta bagnandovi la mano. Viscida. Voto: 5+

Tronco
E' rara ma quando esce dà una grande soddisfazione. E' lunghissima e di larghezza media; si deposita sul fondo del water quando ancora non avete finito di espellerla, rischiando di farvi alzare dalla tavoletta perche "non ci caccia". Una volta fatta vi asciugate e vi alzate dal water quasi increduli di una cosi splendida creazione. Se non cè nessuno in casa a cui mostrarla, prendete il cellulare e le scattate una foto da far vedere a tutti gli amici come un trofeo. Bellissima. Voto: 9

In attesa di ulteriori ricerche cacco-scientifiche, vi auguriamo buona cagata a tutti!


Inviata da TanyLoSqualo